Come andrà il Referendum in Scozia

Analisi del Sentiment e Tendenze di Voto con Majestic

È da tempo che scriviamo delle caratteristiche di Majestic, non più uno strumento per analizzare link, ma una piattaforma poliedrica attraverso cui sviluppare delle analisi (e/o considerazioni) sulla qualità dei link, ma soprattutto sulla loro natura.

Il prossimo appuntamento referendario della Scozia con la storia offre l’occasione di illustrare come funziona Majestic e quali sono le informazioni che Majestic mette a disposizione per la valutazione del sentiment.

Già in altre occasioni come l’Elezione del sindaco di Londra, e Obama contro Romney nella corsa alla Casa Bianca, Majestic ha identificato in maniera inequivocabile delle tendenze di voto poi confermate in sede di scrutinio.

Confronto serrato, un testa a testa in apparenza…

TopicalTrustFlow-Scotland

Per questo importantissimo appuntamento elettorale, Majestic mette a disposizione informazioni di importanza strategica: per la prima volta possiamo interpretare aspettative ed intenzioni di voto utilizzando il Topical Trust.

A giudicare dai dati si direbbe che i politici vorrebbero che si mantenesse lo status quo (=Scozia nell’unione) mentre la Società è di opinione diversa.

Va ricordato che le scale (da 0 a 100) sono logaritmiche per cui anche un solo punto di differenza ha il suo peso.

Considerando la metrica Trust Flow, i dati complessivi dicono che YesScotland è meno influente (28/100) rispetto alla fazione opposta BetterTogether (29/100). Poiché la scala di riferimento non è lineare, la differenza non è trascurabile. Considerando che si tratta di un referendum popolare e che sarà il Popolo a decidere le sorti della nazione con un voto popolare (e non un voto dei politici) l’analisi offre delle indicazioni molto interessanti.

Il Topical Trust ci dice che l’influenza di Better Together deriva tutta dalla politica, mentre Yes Scotland attinge molta energia dalla Società, in particolare da “People in Society” (23/100) rispetto alla categoria più generica “Society” (20/100).

Questo è un primo segnale di chiara discordanza tra classe politica che (a leggere questi dati) sembra spingere per la conservazione dell’attuale status quo, in contrasto con la volontà popolare di indipendenza dal Regno Unito. Se questa prima lettura fosse esatta, si potrebbe concludere che il fronte del SI è in netto vantaggio.

Analisi del Citation Flow

Majestic mette a disposizione un altro fattore importante per l’analisi del sentiment: il Citation Flow. Il Fronte Yes Scotland ha un valore nettamente superiore a quello del Better Together, rispettivamente di 45/100 e 38/100.

In base alla nostra esperienza nell’analizzare dati come questi, ci sembra verosimile ipotizzare che il fronte del SI abbia trovato terreno fertile in un numero maggiore di siti di qualità inferiore rispetto al NO: come dire il fronte del SI appare strutturato più come un movimento dal basso con la presenza di un’azione radicata sul territorio e spontanea (non come quella che ha caratterizzato il profilo di linking di Romney nelle scorse elezioni presidenziali USA). È verosimile ipotizzare che questo Citation flow è il frutto di molti dibattiti locali nei comuni e siti di minore importanza dove c’è molta discussione. In altre parole il movimento del SI appare come un movimento che dal basso sta interessando e convincendo molte persone, mentre il fronte del NO presenta le sue ragioni in meno siti ma di più alto profilo e sembrerebbe mancare di quella componente popolare che tipicamente favorisce il vincitore in una consultazione come questa.

Tutto fatto?

il SI contro il NO nel referendum della Scozia

Passando all’analisi del numero dei domini attivi nel campo del SI sembrerebbe che questo fronte avrà la meglio nel prossimo referendum.

La Segmentazione delle Intenzioni di Voto

intenzioni di voto analizzate da majestic attraverso il topical trust

Le informazioni che si possono ottenere dallo studio del topical trust

Per la prima volta Majestic è in grado di offrire delle informazioni qualitative che derivano dai link con il Topical Trust che riesce a caratterizzare e definire la natura dei link – ecco alcune osservazioni davvero interessanti:

  • L’industria della salute vuole il NO(12:0)
    Siti autorevoli che trattano il tema della salute e più in generale della salute pubblica (sistema sanitario nazionale) si esprimono a favore del NO. Potrebbe essere un segnale che a loro probabilmente interessa avere un unico interlocutore centralizzato (il governo attuale) a cui rivolgersi, piuttosto che interlocutori multipli.
  • Ai giornali interessa la Devolution! (22:16)
    Separarsi è un tema che appassiona e che vende molti giornali: possiamo già presagire quanta curiosità possa destare un evento epocale come questo e quanti giornali in più si potranno vendere se vince il fronte del SI.
  • Il Mondo degli affari vuole il NO (16:15)
    È più facile gestire i rapporti, ci potrebbero essere delle complicazioni per via di una differente politica di tassazione (ad esempio l’IVA), per non parlare delle problematiche che potrebbero derivare dall’eventuale cambio di valuta dalla sterlina all’euro…
  • Gli Storici lo ritengono un momento decisivo per la Scozia (16:13)
    È quello che si evince dalla categoria “Reference”. In base a questi dati si può concludere che questo segmento di utenti scommette sul NO

La parola alla urne

Non sappiamo come andrà a finire. Abbiamo preso lo spunto partendo da un evento politico di rilievo ed importanza nazionale ed internazionale per dimostrare come si può utilizzare Majestic per lo sviluppo di analisi puntuali di reputation analysis e sentiment analysis che sono indispensabili per chi fa politica attiva, oppure è preposto alla gestione dell’immagine aziendale o che comunque si occupa di comunicazione e public relations.

Chiunque si occupa di questi temi e non utilizza Majestic per lo sviluppo di analisi come questa, sta perdendo l’opportunità di capire lo stato d’animo del proprio elettorato (o dei propri clienti).

Traduzione libera dell’Articolo scritto da Dixon Jones a cura di:


Sante Achille

Sante ha una laurea in ingegneria e si occupa di Web e Web Marketing dal 1995, dopo una esperienza corporate internazionale nell'industria aerospaziale.

Ha una vastissima esperienza accumulata in 20 anni di attività pratica di SEO e Search Marketing in Italia e all'Estero. Gli piace "sporcarsi le mani" e fare le cose - dice che solo così s'impara.

Ha ottimizzato ed analizzato centinaia di siti anche di grandi dimensioni e sa che i fattori critici di successo di una iniziativa di Web Marketing sono il frutto di un compromesso che tenga conto di tutte le variabili che concorrono al funzionamento di una azienda.

È bilingua (Italiano/Inglese).

Partecipa come relatore a eventi nazionali ed internazionali di Search Marketing, insegna Tecnologie Web all'Accademia di Belle Arti dell'Aquila ed il modulo di Web Marketing in collaborazione con L'Università degli Studi di Firenze nell'ambito del Master in Multimedia Content Design.

Ha un blog di Web Marketing e tecnologie web dove scrive come ha tempo (e come ha tempo).

Sante è un animale socievole e curioso: il terremoto dell'Aquila del 2009 ha profondamente cambiato il suo modo di vedere le cose ... due parole che lo descrivono abbastanza bene sono concretezza e creatività.

Ulteriori informazioni ed approfondimenti (CV) sono disponibili a:

http://www.evernote.com/pub/sjachille/cv

ALL IT TAKES IS 30 MINUTES...
Do you need some extra help using Majestic? Sign up for a free demo and let a Majestic Expert take you on a tour.
THANK YOU!
If you have any questions in the meantime, please contact help@majestic.com
You have successfully registered for a Majestic Demo. A Customer Advisor will contact you shortly to schedule a suitable time to connect.