Chiunque abbia sviluppato delle analisi di backlink per un sito web si è dovuto confrontare con la problematica della qualità dei backlink. Infatti, la misurazione della qualità dei backlink è una metrica soggettiva che dipende dall’argomento trattato, dalle caratteristiche del segmento di mercato nonché dagli obiettivi dell’analisi.

Come potete vedere, ci sono diverse variabili importanti in gioco che caratterizzano il diverso uso dei dati sui backlink. Per questo introduciamo il concetto di “Backlink Fidelity” ovvero i dati che offrono il massimo beneficio alla platea più ampia di utenti. Backlink Fidelity non è facile da ottenere ma è indispensabile per lo sviluppo di una mappatura del web che trovi il massimo impiego tra gli utenti di Majestic.  

In questo post vogliamo illustrare alcuni cambiamenti che sono in atto e che andremo ad implementare nei prossimi 12 mesi per migliorare la mappatura del web. Vogliamo offrire un maggior numero di funzionalità al minor costo possibile. I miglioramenti descritti in questo post sono in linea con quanto già annunciato a suo tempo a proposito dell’aggiornamento dei sistemi hardware di Majestic. Non vogliamo stilare un’agenda come quella di Moz. Tuttavia ci sono alcuni cambiamenti che vogliamo condividere con voi dal momento che potrebbero avere un impatto sui vostri modelli di business e, in casi come questo, crediamo nella massima trasparenza.

Qui a Majestic riceviamo richieste e suggerimenti per avere funzionalità che sono spesso in contraddizione tra loro. Infatti ci pervengono richieste per:

  • avere un indice più grande (e quindi un incremento nella nostra capacità di immagazzinare e gestire i dati);
  • aumentare la velocità di accesso all’indice (e quindi un incremento delle capacità di elaborazione dei dati);
  • ridurre i costi (e quindi una pressione sulle nostre risorse);
  • una maggiore accuratezza nella mappatura del web con i nostri sistemi di crawling (e quindi una maggiore resilienza con conseguente sforzo da parte del sistema e di Majestic come azienda).

Tutti questi fattori rappresentano per noi una sfida. Una possibilità potrebbe essere la scelta di tre tra le quattro opzioni in elenco, oppure l’individuazione dell’opzione che raccoglie il maggior numero di consensi.

Per noi è importante garantire un servizio di qualità su tutti i fronti, fornendo un indice più grande con una maggior copertura temporale, con aggiornamenti più frequenti ad un costo basso e che mette a disposizione degli utenti i dati che vi sono più utili.

Finora Majestic ha potuto sfruttare l’evoluzione della memoria di massa e dei processori. Ma con il rallentamento della Legge di Moore e le novità su “Hot Chips” 2020, ci sono forti indizi che i tempi di grandi miglioramenti di performance a costi trascurabili siano una cosa del passato. Non c’è cosa migliore dell’innovazione. Majestic ha una comprensione profonda della cartografia del web creata inizialmente nel 2004 poi offerta commercialmente nel 2008 come Majestic SEO e ora come Majestic.

La materia oscura del Web

Riteniamo che nel Web esistano delle risorse nascoste – l’equivalente alla materia oscura del cosmo per i backlink. Questa cosiddetta materia oscura, così come l’abbiamo chiamata noi, occupa spazio nel nostro indice ma è di poco valore per gli utenti. Riducendo la quantità di materia oscura, senza impattare la qualità dei dati offerti, possiamo liberare molte risorse da dedicare ad altre cose. Tuttavia bisogna trovare un compromesso. Per noi è importante chiarire come effettuiamo il conteggio dei backlink. In questo modo riusciamo a concentrarci sui dati a maggior valore aggiunto e più significativi riducendo il nostro impegno verso quei dati meno rappresentativi e poco utili per fare le analisi dei backlink. Con queste premesse, i risultati dovrebbero essere eccezionali. Tuttavia ci potrebbero essere un incremento della volatilità nel conteggio dei link nel breve/medio termine.

Che cos’è il Backlink Fidelity?

La misurazione dei backlink è difficile. Non c’è uno standard condiviso tra gli operatori del settore. La definizione di backlink, così come i domini referring, è un termine a cui viene attributo un significato diversi dai diversi provider. Come se non bastasse, ci sono molte esigenze diverse tra gli utenti. Per alcuni utenti la razionalizzazione del dato, così come l’abbiamo ipotizzata e descritta fin qui, rappresenta un miglioramento. Per altri invece, questa riduzione di dati è un ppeggioramento inaccettabile.

  • Chi fa l’analisi dei backlink tossici vuole avere a disposizione una lista di tutt’i backlink.
  • Lo specialista di Digital Marketing ha interesse a scoprire backlink editoriali di qualità.
  • Chi si occupa di affiliazioni richiede l’analisi di un numero elevato di link “quasi uguali” con i parametri nella URL (gli ID di affiliazione) – informazioni molto importanti per questo segmento di specialisti.
  • Per gli audit SEO molti suggeriscono l’aggregazione di liste di backlink ottenuti dal maggior numero possibile di piattaforme per poi unirle con applicativi come Kerboo. Quindi avere una lista che sia la più dettagliata possibile.

Molti SEO vestono i panni di alcune se non tutte queste figure professionali. Per inciso, se manca un uso dei dati per analizzare backlink che per te è importante, lascia un commento a questo post oppure puoi contattarci. Con il termine Backlink Fidelity ci riferiamo alla sfida di individuare una buona lista di backlink che soddisfa il maggior numero possibile di utenti, riducendo al minimo il rumore di fondo. La Backlink Fidelity si distingue dalla backlink quality dal momento che quest’ultima è soggettiva: ciò che è ritenuto utile da un’audience non lo è per un’altra.

Come si può ottenere la Backlink Fidelity?

L’indicizzazione dei contenuti del web è un’operazione articolata e complessa. Alcune delle sfide più rappresentative sono, ad esempio, il crawl budget – una problematica ben nota ai SEO. Per avere un buon indice bisogna fare un crawling intelligente. Ma per fare un buon crawling intelligente bisogna essere intelligenti ovvero avere dati buoni e solide metriche di riferimento. La problematica dell’indicizzazione è simile a quella dell’uovo e della gallina. Il risultato è un sistema a retroazione in cui le metriche sono generate dall’indice prodotto dall’azione di indicizzazione che a loro volta aggiornano il crawler.

Sistema che autoapprende dal crawling

Il nostro impegno a produrre una migliore mappatura del web è costante. Una conseguenza di questo processo è la variazione del numero di backlink. Man mano che vengono raccolti più dati, il conteggio dei backlink può aumentare. La varianza dei backlink è una parte normale della creazione di un indice Web, come è stato descritto in precedenza.

Majestic ha investito molto nella raccolta e l’analisi dei dati raccolti con i suoi crawler. Infatti, l’ultima innovazione risale all’introduzione del Link Context. Abbiamo sviluppato nuovi servizi e metriche come il Visibility Flow (Flusso di Visibilità). Si è aperta una nuova fase in cui possiamo usare queste metriche per migliorare le azoni di crawling e di indicizzazione.

Ma questo significa che la qualità dei backlink di Majestic è bassa?

No! È certamente vero che Majestic ha adottato un approccio conservativo rispetto alla rimozione dei dati. Majestic è stata una delle prime aziende indipendenti e leader di mercato nell’analisi dei backlink dei motori di ricerca. Il nostro posizionamento di mercato ha portato esperienza e la responsabilità di dover servire un ampio mercato di utenti, con esigenze diverse.

Backlink Fidelity non è un problema solo per Majestic. Siamo a conoscenza di strategie implementate da altri backlink checker per misurare e le relazioni di linking.

Il nostro obiettivo è servire un vasto pubblico a cui fornire metriche e conteggi rappresentativi dei dati che mettiamo a disposizione. Ci confrontiamo con clienti che operano in diversi settori per conoscere le loro esigenze e capire le analisi che per loro contano di più.

Crediamo che, finora, il nostro approccio sia stato fedele al nostro intento di fornire una mappatura versatile e funzionale del Web. Vogliamo fornire una Link Intelligence che abbia una valenza trasversale utile in qualsiasi ambito del marketing digitale. Il nostro approccio conservativo ha comportato costi elevati ed uno notevole sforzo sia per la gestione dei dati che per la loro conservazione. Sappiamo che si potrebbe affrontare e risolvere il problema semplicemente memorizzando meno dati.

Abbiamo evitato la tecnica di segmentazione e separazione dei dati implementata da altri perché:

  • Temiamo di creare un unico contenitore dove vanno a finire sia backlink buoni che quelli che possono sembrare meno utili. Dalle informazioni che abbiamo raccolto, sappiamo che voi utenti valorizzate molto i dati che vi mettiamo a disposizione.
  • Siamo molto attenti a tutte le modalità operative con cui trattate i nostri dati. Siamo estremamente cauti nel dirti quali aspetti dei nostri dati sono da valorizzare di più o sono più importanti – siete voi a decidere quali dati sono quelli che per voi contano di più.
  • Majestic è una piattaforma di Link Intelligence che offre diversi strumenti per fare l’analisi dei backlink. Molti professionisti tra SEO e Digital Marketers si affidano a Majestic per avere dati di Link Intelligence. Per noi la stabilità e la qualità del dato che offriamo sono di primaria importanza. Per questo, abbiamo intrapreso la strategia della diversificazione dei dati esposta fin qui; e questo a dispetto dei costi di gestione e conservazione a nostro carico.

Altri possono avere una diversa visione del mercato e priorità diverse. Questo approccio, che privilegia la Backlink Fidelity così definita in questo articolo, è un obiettivo centrale della nostra strategia che non va confuso o preso per un semplice esercizio di riduzione dei costi della nostra infrastruttura. Se la nostra tecnologia per l’analisi dei backlink la dovessimo limitare a causa dello storage, è ovvio che l’utilità dei dati verrebbe ridotta.

E adesso cosa succede?

Questo articolo fa parte di una serie di articoli per avere un con voi utenti di Majestic. Abbiamo parlato dei benefici e degli svantaggi che derivano dalla diversità degli usi dei dati sui backlink. Siamo ancora in una fase di analisi. Vogliamo condividere le nostre scoperte che anticipano le nuove funzionalità. Vogliamo condividere le nostre scoperte per intraprendere un percorso di innovazione insieme a voi.

Il nostro prossimo passo sarà quello di fornire nuove metriche che saranno oggetto di un prossimo post. Nel frattempo, abbiamo ritenuto utile e onesto condividere questo processo di innovazione e di trasformazione. Vogliamo altresì confermare a voi tutti, nostri stimati clienti, che ascoltiamo con attenzione ogni vostro suggerimento e richiesta di nuova funzionalità. L’evoluzione di Majestic deve tenere in conto le vostre esigenze, quelle dei vostri clienti e degli stakeholders.

Siamo certi che queste considerazioni attorno alla qualità del dato chiariscono il nostro punto di vista e possono essere utili per una discussione sull’utilità, le applicazioni, e il valore dei nostri dati.

Quest’argomento sarà oggetto di ulteriori approfondimenti in successivi articoli. Sono in via di implementazione strumenti per spiegare le novità che man mano aggiungiamo ai vari strumenti.

I vostri commenti e considerazioni sono molto apprezzati e pensiamo di aggiornare questo articolo utilizzando proprio gli input che voi vorrete inviarci e per i quali ti ringraziamo in anticipo.

Lascia un commento oppure utilizza il modulo contatti per inviarci le tue considerazioni all’indirizzohttps://it.majestic.com/help/contact-us.

Leave a Comment

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*

THANK YOU!
If you have any questions in the meantime, please contact help@majestic.com
You have successfully registered for a Majestic Demo. A Customer Advisor will contact you shortly to schedule a suitable time to connect.