Su Twitter, Gabrielle Benedetti ha chiesto a Majestic:

“Quando debbo sviluppare un’analisi di un competitor e valutare il loro Trust Flow e Citation Flow, devo fare l’analisi sul dominio o sul sottodominio? Quali sono le motivazioni che spingono a favore di uno rispetto all’altro?”

Gabrielle ci chiede perché?

Il viaggo alla scoperta di un sito e dei suoi backlink inizia sempre dal Site Explorer – lì c’è la possibilità di poter scegliere tra le diverse opzioni nel menu a tendina oppure cliccando su un tasto (dipende dalle personalizzazioni che hai fatto).

root domain 1Questa opzione non appare nella home page dal momento che noi interpretiamo ciò che l’utente immette nella barra della ricerca basandoci sulle sue probabili intenzioni. Ad esempio se l’utente immette bbc.co.uk è lecito ipotizzare la l’utente vuol fare l’analisi a livello di dominio. Se invece s’inserisce www.bbc.co.uk questo è di fatto un sottodominio del dominio principale bbc.co.uk e www.bbc.co.uk/ (con lo slash finale) viene interpretato come una volontà di avere l’analisi per la sola pagina, quindi l’analisi a livello di URL. C’è poi l’ultima opzione (path – URL*) che è più complessa da spiegare e che racchiude in se un certo numero di indirizzi web che hanno una parte dell’indirizzo web in comune.

La domanda è: nel creare un report per un Cliente, quale versione doveri utilizzare?

Mettere a confronto grandezze omogenee

Prima di tutto bisogna fare attenzione a non confondere le 4 modalità descritte nel paragrafo precedente e metter a confronto tra loro le stesse versioni: in altre parole non confrontare i dati estratti per il dominio A con quelli del sottodominio B o ancor peggio confrontare i dati di A con i dati di URL del sito B! Quindi un sito può utilizzare il diffusissimo alias www mentre un altro no, questi non possono essere messi a confronto diretto dal punto di vista del computo dei loro backlink, domini o metriche di flusso. Ecco la spiegazione…

Il calcolo si fa a livello di URL

Il web è costituito da pagine, indirizzi URL, e noi facciamo la mappatura di tutte le pagine che conosciamo, calcolando i valori per ogni pagina. Questo calcolo offre informazioni sulle connessioni tra pagine ed i flussi di Trust pervenuti su ciascuna pagina. Si ottengono in questo modo dei valori assoluti per ciascuna pagina che vengono trasformati in dei semplici valori numerici tra 1 e 100 normalizzando l’intero data set.

Tutte le Url per ciascun sottodominio vengono aggregate in un nuovo insieme di numeri soggetto di nuovo a normalizzazione e trasformati ancora una volta in un valore numerico compreso tra 1 e 100.

Il processo si ripete ancora una volta a livello di dominio ottenendo un terzo insieme di valori ancora una volta normalizzati e trasformati in un valore sempre tra 1 e 100.

Siccome la normalizzazione avviene ad ogni step del processo di integrazione ogni insieme è diverso perché utilizza dati diversi – non si possono mettere a confronto le arance con le mele!

Non capisco la matematica – fammi capire in altro modo

Un esempio tratto dalla nostra quotidianità potrebbe essere l’analisi del “numero complessivo di parole mai pronunciate” da ogni persona nel mondo per paese e per continente. Si potrebbe prendere ogni individuo negli Stati Uniti ed assegnare una stima del numero di parole che conosce. A quel punto si potrebbe normalizzare il dato per far in modo che a ciascun individuo venga assegnato un valore “normalizzato” tra 1 e 100 dove le persone che si avvicinano a 100 conoscono la quasi totalità delle parole, mentre i neonati hanno valore 0.

Quindi una persona potrebbe avere un livello culturale nettamente al di spora della media in un paese di analfabeti o paese dove il livello culturale è mediamente molto alto.

Bisogna fare il confronto tra pagine per il SEO tralasciando domini e sottodomini

Credo che questo esempio possa spiegare il perché… ecco 5 risultati tratti da una SERP di Google per la ricerca “Advanced style”:

1: advancedstyle.blogspot.com/
2: advancedstylefilm.com/
3: advancedstylefilm.com/screenings
4: http://www.theguardian.com/fashion/2014/may/03/advanced-style-fashion-blog-for-older-women
5: https://www.youtube.com/watch?v=nWKTfqivbRQ

A prima vista il risultato 1 è un sottodominio, N. 2 è un dominio, gli altri sono chiaramente delle pagine.

Ma facendo attenzione, si nota che anche i primi due risultati hanno lo slash finale e quindi ANCHE QUESTI SONO DELLE URL!

In altre parole Google riporta in SERP e propone delle pagine. Alcuni fattori sono a livello di dominio ma la maggior parte sono invece a livello di pagina, altri ancora sono a livello di server o paese di provenienza… in ogni caso quando deve offrire un risultato a fronte di una query, Google offre il livello più basso e cioè la pagina. In caso contrario, cioè se non riesce ad arrivare a livello di pagina, è molto probabile che non c’è una risposta alla query così formulata e Google non restituisca alcun risultato!

Ma la pagina che propone Google non ha backlink!?

Penso che questa considerazione empirica spinge le persone ad effettuare la ricerca a livello di dominio e non pagina – perché quando si effettua una ricerca spessissimo le pagine interne dei siti non hanno link e questo trae in inganno. Qui entra in gioco il linking interno del sito che distribuisce Trust e Citation anche se i link interni non sono documentati da Majestic: ci vorrebbe un data center 10 volte più grande di quello attualmente in servizio (che cresce all’aumentare del numero di pagine scoperte dal nostro spider).

Una pagina su Mashable.com può brillare di luce propria mentre un’altra sparire nell’ombra eterna del web – stessa cosa vale per BBC o CNN o Blogspot… ogni sito ha una struttura interna che indirizza traffico e Trust/Citation – segnali che Google utilizza per valutare l’importanza o meno di una pagina che può farcela o meno ad arrivare in prima pagina.

Arriviamo alla domanda di Gabrielle

A mio avviso, considerando che la domanda era stata posta dal punto di vista del posizionamento in SERP la risposta è “nessuno dei due”. Invece bisogna considerare la pagina che Google propone e su quella sviluppare l’analisi. Altrimenti si rischia un confronto tra arance e mele, mettendo a confronto un piccolo sito con wikipedia.org. Se la domanda era stata posta con l’ottica di un imprenditore, allora la riposta è a livello di dominio… a meno che i sotto domini non siano stati ceduti a terze parti e sono questi che hanno accumulato Trust e Citation.

THANK YOU!
If you have any questions in the meantime, please contact help@majestic.com
You have successfully registered for a Majestic Demo. A Customer Advisor will contact you shortly to schedule a suitable time to connect.