Molti esperti di content marketing  che conosco stanno implementando YouTube nelle loro campagne.

La possibilità di poter creare e distribuire video a costi ridottissimi rispetto alla pubblicità tradizionale, combinato con l’efficacia del content maketing per il business, rende i video uno strumento irresistibile per chiunque stia cercando di avere un impatto sul web.

Se fatti come si deve, i video possono essere fonte di contenuti con una lunga vita, che potranno essere sfruttati per molti anni.

Quindi?

Con oltre 300 ore di video caricati ogni minuto, posizionare bene i video su YouTube è più facile a dirsi che da farsi.

Leggendo questo post, dovresti essere in grado di comprendere il funzionamento del SEO su YouTube e gli step specifici da fare prima di caricare il prossimo video. Devi avere chiaro in mente come e perché questi step possono essere utili alla crescita della tua presenza online, anche se avete appena iniziato sul web.

Step #1: Trovare “Keyword”

Brian Dean ha parlato in uno dei suoi studi delle keyword che sono alla base del SEO per YouTube. Avere delle keyword ottimizzate darà traffico organico (al momento in inglese), proveniente soprattutto da Google.

Brian ha condotto uno studio meticoloso ed ha compilato una lista di keywords che sembrano posizionarsi meglio di altre sulle SERP di Google:

  • Keyword con “Come” (“Come rasare un gatto”)
  • Review (“Bluehost review”)
  • Tutorial (“Impostare WordPress”)
  • Qualsiasi cosa collegata al fitness o allo sport (“Cardio kickboxing”)
  • Video divertenti (“Animali simpatici”)

Domande che ci dobbiamo porre nel creare video per YouTube:

  • C’è abbastanza traffico per le keyword che ho individuato?
  • La keyword che ho scelto è già “inflazionata”? Ovvero, ci sono già troppe informazioni presenti sul tema in questione?
  • Ho scelto una keyword che Google tende a privilegiare?

Una volta identificate le keyword da utilizzare per il tuo video su YouTube, è ora di andare a vedere il prossimo step.

Analizziamo il video che si posiziona meglio con Google, utilizzando Majestic.

L’analisi dei dati indica che è molto importante avere link da siti che hanno termini relativi allo skateboarding nel nome a dominio, nella URL e nell’Anchor Text. Puoi usare il Clique Hunter di Majestic per analizzare fino a 10 risultati contemporaneamente. Puoi vedere se hanno qualcosa in comune, ad esempio una o più fonti di backlink. Successivamente basterà fare dell’outreach per avere un link su quel dominio (SEO White Hat). Alternativamente, puoi fare del link building per conto vostro, attraverso conoscenze che avete all’interno della vostra industria (guest post o post sponsorizzati) o attraverso l’acquisizione di link di network di blog privati ecc (SEO Grey o Black hat a seconda delle definizioni che s’incontrano in rete tra esperti). Il punto di tutto ciò è vedere perché questi video si stanno posizionando così bene in Google e YouTube e ricevono così tanta partecipazione da parte del pubblico (commenti e iscrizioni).

Step #2: Creare il video

I video su YouTube sono molto diversi da blog post – non bastano i backlink per posizionare organicamente un video su YouTube come si fa per i blog post.

YouTube usa quello che chiama la metrica dello “User Experience” – diverse statistiche e valori che dicono a YouTube quanti utenti che hanno consumato il video (lo hanno trovato utile).

La prima metrica dello user experience è la Ritenzione dei video (Video Retention).

Questo si riferisce alla percentuale di video (al momento in inglese),  che le persone tendono a vedere per intero. Più un video è consumato, più viene considerato video di qualità da YouTube.

Commenti

Anche i commenti sono un segnale importante per YouTube che gli utenti hanno ottenuto informazioni importanti dal video. Assicuratevi di chiedere sempre ai vostri spettatori di commentare cosa pensano in ogni video che pubblicate.

Iscritti

Il numero di iscritti è un segnale importante che il vostro canale offre contenuti di qualità. YouTube privilegia video, solo quando si ha un’audience abbastanza grande al seguito.

Condivisioni, Mi piace, Non mi piace e Preferiti

Questi fattori si spiegano abbastanza bene da soli e non dovrebbe essere difficile comprendere perché vengono considerati fattori importanti per il posizionamento per YouTube. Più condivisioni, mi piace e più volte un video si trova tra i preferiti, più verrete considerati da YouTube. È anche vero l’esatto contrario.

Brian Dean consiglia di fare video lunghi almeno 5 minuti.

Testi lunghi e video dalla durata lunga hanno una performance tendenziale migliore su YouTube. In altre parole, se avete scelto una keyword (come, review, ecc) e avete scelto di fare un video lungo più di un’ora… non pensi che un video così fatto possa essere interessante?

Ma certo che sì!

Step #3: Assicurarsi che le descrizioni dei video siano apposto

Una volta caricato il video su YouTube, devi sistemare alcune cose.

Titolo

Il titolo del video deve essere lungo almeno 5 parole. Così facendo puoi includere le keyword più importanti, ovviamente senza abusarne (ripetendo cioè le keyword troppe volte e in modo innaturale).

Le keyword hanno maggior effetto se inserite all’inizio del titolo.

Descrizione

La descrizione del video è il posto dove elaborare, descrivere meglio il contenuto del video e spiegare a chi si rivolge e chi ne può trarre un vantaggio. Ma quello che molte persone non sanno delle descrizioni è che aiutano anche il SEO di Youtube.

Infatti le descrizioni aiutano i motori di ricerca come Google e YouTube a capire di cosa parla il video. Segui questi consigli prima di pubblicare il prossimo video:

  • Mettere un link in cima al video (questo massimizza il CTR al vostro sito)
  • Includete la keyword nelle prime 25 parole
  • Creare descrizioni lunghe almeno 250 parole

Step #4: Distribuire il video

C’è ancora molto da fare per posizionarsi bene e davanti alla concorrenza.

Per esempio, si è detto che la partecipazione degli spettatori è una delle metriche che YouTube utilizza per posizionare un video.

Ma se hai appena incominciato a pubblicare e ancora non arrivano le prime visualizzazioni, è difficile mettere in moto tutto il processo.

Detto questo, è importante promuovere il video presso le persone che potrebbero trarre il maggior beneficio, perlomeno all’inizio della vostra carriera su YouTube.

Brian Dean vi suggerisce di utilizzare forum come Quora per trovare persone che sono alla ricerca di informazioni sul tema proposto nei vostri video.

Una volta identificata una domanda a cui rispondere, il prossimo passo da fare è includere il video nella risposta. Questo permetterà a chi segue il thread di arrivare con facilità al video che volete far vedere, cosa sempre molto gradita sul web (perché si sa, siamo tutti così pigri da non voler neanche andare da un sito all’altro!). Un altro posto dove promuovere un video è sicuramente Reddit. Su Reddit potete mettere il video in un subreddit appropriato, oppure potete trovare una domanda relativa al tema da voi trattato e lasciarci un commento con il video (siate imparziali – Reddit odia l’auto-promozione).

Per rendere il processo di esplorazione delle domande giuste su Quora e Reddit, utilizzate JustReachOut.io. Questo tool filtrerà per voi Quora e Reddit, cercando domande con le keyword che avete inserito voi.

Ecco, per esempio, delle domande relative a “Snapchat” su Quora:

Link nella firma delle e-mail

Un altro modo per promuovere un canale video di YouTUbe o un video, sempre suggerito da Brian Dean, è inserire il link nella firma delle email o comunque da qualche parte dopo i saluti.

La firma nell’email si ripropone ogni volta che si invia una comunicazione.

Includere video nei blog post

Potrebbe sembrare un paradosso nel caso in cui il vostro blog non ha ancora abbastanza visite e vi state appoggiando ai video di YouTube per far crescere il blog.

Inserire video all’interno di blog post rimane comunque un ottimo modo per dare maggiore profondità ai contenuti e rendere gli stessi contenuti più interattivi per gli utenti.

Trovare altri blogger disposti ad includere video vostri

Questa tattica è un po’ sottovalutata in quanto non viene usata da molte persone, ma che al contrario di quanto si potrebbe credere, può dare dei buoni risultati

È importante mettersi alla ricerca di blogger con l’idea di aiutarli a migliorare i loro contenuti. Ai blogger non interessano i tuoi contenuti, ma i loro lettori.

La domanda vera da porsi è: come approcciare questi blogger/influencer?

Questo post su come approcciare gli editori (al momento in inglese) sul web è un ottimo punto di partenza. Se una lista di blogger papabili e disponibile e avete bisogno di aiuto con la creazione di una email, questa lista di template per email (al momento in inglese) ti può aiutare.

Conclusioni

Con la soglia di attenzione degli utenti in caduta libera, il video marketing è in grado di fare il proprio dovere, anzi potrebbe fare meglio dei testi di blog post in un futuro non molto lontano futuro e aggiudicarsi il trono nel mondo del content marketing.

Detto questo, è importante l’uso di YouTube nelle strategia di marketing digitale, per costruire una audience grande da cui dipende il tuo futuro.

La domanda è: applicare questi consigli per la produzione del prossimo video per YouTube, o rimanere nella mediocrità?

Questo articolo è stato scritto insieme a Dmitry Dragilev. Dmitry, fondatore di JustReachOut, uno strumento che aiuta proprietari di piccole aziende sviluppare azioni di influencer marketing e azioni di PR. Un ringraziamento sentito va a te Dmitry, grazie per tutte le tue idee e le ricerche condivise per questo articolo! Un altro sentito ringraziamento va anche a Brian Dean di Backlinko.

Save

Save


Follow Me!

Stephen Twomey

Founder MasterMindSEO at MasterMindSEO
I help companies grow their sales online. I enjoy working out, & spending time with my wife and 3 young sons. Best wishes and see you in the SERPS!
Follow Me!

THANK YOU!
If you have any questions in the meantime, please contact help@majestic.com
You have successfully registered for a Majestic Demo. A Customer Advisor will contact you shortly to schedule a suitable time to connect.