Come cambierà l’indice storico e l’indice recente

Siamo all’inizio di un nuovo anno e, come di consueto, vogliamo condividere con i nostri clienti e i lettori del nostro blog i cambiamenti in atto.

In questo articolo anticipiamo alcuni cambiamenti che verranno implementati nel corso di quest’anno. Sono modifiche che riteniamo necessarie per offrire strumenti di link building per il SEO e analisi dei backlink efficienti, facili da utilizzare e efficaci.
Il tema di quest’anno è lo sviluppo dell’indice recente e di quello storico come prodotti indipendenti. Nella nostra visione, l’Indice Storico diventa il database di riferimento per chi si occupa di SEO Audit e altre attività di Data Analytics. L’indice storico di Majestic è molto utile per identificare link tossici (puoi leggere questo articolo sui backlink tossici se ti interessa approfondire l’argomento).

Allo stesso tempo, l’indice recente diventa una fonte di dati per tutti coloro a cui interessa conoscere lo “status quo” di un sito e quindi avere dati recenti e recentissimi per monitorare lo sviluppo di campagne di link building o verificare la presenza di backlink tossici.

Si tratta di un cambiamento di cui forniremo i dettagli nelle prossime settimane e mesi, man mano che queste novità verranno introdotte. In questo articolo spieghiamo:

  1. Perché una contabilità ragionieristica del numero di backlink che ha un sito non misura in maniera accurata la strategia di link building per il SEO.
  2. Perché troverai meno backlink nell’indice recente e perché un minor numero di backlink è un fattore positivo a tuo vantaggio.
  3. Come cambierà la filosofia di crawling per l’indice recente con più informazioni sugli eventi di crawling.
  4. Le differenze tra l’indice storico e indice recente.
  5. Quali potrebbero essere gli impatti di queste novità per prepararti a questi cambiamenti.

La separazione dei due indici è un cambiamento di approccio sostanziale che ci impegna molto per garantire continuità e stabilità di performance che da sempre ha caratterizzato tutti gli strumenti SEO di Majestic. Il nostro obiettivo è quello creare un indice recente che sia più orientato alla fornitura di “Link Intelligence” e meno al “Backlink Counting”. Questo cambiamento di paradigma introdurrà un incremento di volatilità nei profili di backlink dei siti web.

Dal momento che i dati cambieranno, incoraggiamo tutti coloro i quali sono impegnati in SEO Audit (e a cui interessa acquisire dati sul numero di backlink di un sito) a leggere con attenzione questo articolo. Ti chiediamo di contattarci se ritieni che le modifiche descritte in questo articolo hanno un impatto sul tuo modo di lavorare.

Si discute molto sul numero di backlink dei siti web. Le opinioni dei SEO sono spesso contrastanti. Le discussioni presentano racconti e circostanze contrastanti in cui un sito con molti backlink è a avvantaggiato oppure penalizzato – dipende da dal SEO che presenta i suoi dati. In realtà, i dati indicano che è la qualità di un backlink che può migliorare il posizionamento organico di un sito. Eppure, la discussione incentrata sul numero di backlink di un sito è spesso oggetto di dibattiti e confronti accesi tra i SEO.

Dal nostro punto di vista, il profilo dei backlink di un sito web non va analizzato considerando il numero complessivo di backlink come KPI. Il nostro Trust Flow e Citation Flow sono parametri più adatti a misurare la qualità (e quindi l’efficacia SEO) di un backlink o per esprimere il potenziale (autorevolezza) di un dominio. In ultima analisi, questa discussione senza sosta sui backlink e le strategie di link building per il SEO, sono il frutto di una mancanza totale di definizioni e standard da prendere come riferimento per la comparazione di backlink.

Facciamo qualche esempio per chiarire il livello di indeterminazione con cui ci dobbiamo confrontare ogni giorno. Se consideriamo una pagina web ha due backlink con il testo “Clicca qui“, un link da frame, e infine un link da una immagine, dobbiamo considerare 4 backlink oppure 1? E se aggiungiamo un altro backlink che cosa succede?

Altro esempio.

Se due diversi affiliati puntano una pagina con diversi ID di affiliazione, dobbiamo contare due link o forse tre, considerando la presenza di una pagina canonical?

Ci sono due motivi per cui Majestic offre informazioni sul numero di backlink presenti nel profilo di un sito web:

  1. Il conteggio dei backlink entranti su una pagina web offre indicazioni sull’ordine di grandezza dei dati relativi alla pagina e la sua “crawlability”, cioè la facilità con cui i motori di ricerca riescono a capire ed indicizzarne i contenuti.
  2. Il conteggio dei backlink è utilizzato insieme al numero di domini (referring domain counts). Il rapporto tra i due è un segnale che può dare indicazioni significative, o comunque utili, per capire la struttura di un profilo di backlink. Ad esempio un elevato rapporto di backlink per dominio potrebbe essere un segnale che richiede ulteriori analisi ed approfondimenti.

Ciò detto, per noi è importante sottolineare come l’uso di un dato come il conteggio dei backlink non è un dato che caratterizza la qualità di una pagina o dominio quando si parla di link building per il SEO.

Negli ultimi anni abbiamo aggiunto nuovi dati nell’indice recente. Sono una prima variazione di impostazione dell’indice recente che sposta l’attenzione dai parametri incentrati a livello di pagina, verso parametri per i backlink. Si è trattato di un cambiamento che Majestic ha effettuato per primo tra le maggiori piattaforme che offrono dati sui backlink.

Il focus sui link e non sulle pagine è uno cambiamento che pone l’attenzione su un aspetto che a nostro avviso è importante: una maggiore fedeltà dei backlink. E questa è la logica su cui si basa il lavoro annunciato a settembre dell’anno scorso in un articolo proprio sul concetto di backlink fidelity.

In questa rinnovata visione per il 2021, il nostro focus è fornire, attraverso l’indice recente, dati in alta fedeltà per i backlink più importanti e rilevanti del web, in modo da valorizzare i dati disponibili e fornire ai SEO gli strumenti necessari per sviluppare delle analisi ad elevato valore aggiunto.

Avremo occasione di parlare a lungo di questo, ma per adesso concentriamoci su un esempio che fa capire l’evoluzione che è in atto.

Moltissimi contenuti del web sono gestiti da sistemi di Content Management e piattaforme di blogging. Una delle caratteristiche che li accomuna un po tutti, è la presenza di numerosi link interni che sono ridondanti ai fini SEO e della link building. Poi ci sono altri sistemi per la gestione dei contenuti che sono costituiti da siti con una struttura a Directory e anche in questo caso c’è un’abbondanza di link che ripetono sistematicamente su ogni pagina.

Con le prossime variazioni all’indice recente di Majestic, questi link verranno identificati ed eliminati, deprecandone il valore nel nostro indice. Una conseguenza di questo cambiamento è un netto miglioramento del livello di reporting sui backlink individuali e un incremento nella variazione di backlink nell’indice recente.

Anche questi aspetti saranno oggetto di approfondimenti man mano che implementeremo le modifiche descritte in questo articolo.

Una reportistica più dettagliata per gli eventi di crawling

Non è difficile immaginare le complessità legate all’indicizzazione. Le problematiche sono amplificate dalla necessità di gestire l’intera infrastruttura con hardware commodity – una sfida che accomuna tutti i player del settore.

Problematiche come queste richiedono attente riflessioni e analisi per offrire un prodotto commercialmente interessante, che è frutto di compromessi.

Majestic è da sempre impegnata a fornire dati sulle attività di crawling. Un’area di interesse sulla quale stiamo lavorando per fornire più dati è proprio sugli eventi di crawling nei vari report.

Nell’ambito di questa riorganizzazione dei due indici è nostra intenzione aggiungere nuovi dati di crawling sui backlink. Ad esempio un dato che offriremo è relativo alle nuove URL individuate dai nostri bot ma non ancora indicizzate.

Ci potranno essere delle eccezioni con l’effetto memoria e altre piccole differenze che saranno oggetto di successivi approfondimenti.

Indice Storico e Indice Recente: database diversi per servizi differenziati

Le prime versioni dei due indici di Majestic avevano una sola differenza fondamentale: il periodo di riferimento. L’indice recente conteneva gli ultimi mesi e l’indice storico alcuni anni di dati. Gli strumenti a disposizione in entrambi gli indici erano praticamente identici e uno dei pochi dati che distingueva i due era proprio il periodo di riferimento.

Da allora si è evoluto l’uso degli indici che corrisponde alla maturazione del prodotto.

L’indice storico di Majestic contiene 10 trilioni di URL raccolte e censiti negli ultimi 5 anni e mezzo di esplorazione del web con i nostro spider. L’indice storico è utilizzato per le attività di SEO Audit e più in generale di Data Analytics storiche.

L’indice recente invece è più compatto e contiene “appena” mille miliari di URL – quelle più recenti identificate e censite negli ultimi quattro mesi di attività di spidering. Con l’indice recente i SEO e digital PR sviluppano strategie della visibilità sotto forma di link building per il SEO e opportunità di networking.

La maturazione del mercato ha portato ad una segmentazione “naturale” delle due tipologie di utenti. Anziché implementare le nuove funzionalità su entrambi gli indici, il nostro programma di lavoro favorirà l’introduzione di funzionalità diversificate per i due indici per migliorare le performance dei rispettivi indici. L’anno che si è appena concluso ha visto concludersi un investimento importante a livello di infrastruttura per entrambi gli indici.

Per quanto concerne l’indice storico gli investimenti in infrastruttura informatica sono stati sostanziosi. Il miglioramento delle performance è tangibile con il raddoppio del numero di aggiornamenti mensili. Grazie a questo aggiornamento i due indici sono strettamente collegati tra loro: indice recente e indice storico sono separati da appena due settimane di dati – in passato i due indici presentavano un divario temporale di ben due mesi. Si tratta di un miglioramento notevole che offre dati molti più aggiornati a tutto vantaggio degli analisti a cui interessa avere dati aggiornatissimi.

Il nostro lavoro sull’indice recente si è concentrato sulla qualità dei dati sui backlink scoperti dai nostri spider con l’introduzione di:

Prosegue il nostro lavoro per migliorare le funzionalità già introdotte e su altre innovazioni per fornire un dataset di Link Intelligence tra i più completi ed affidabili oggi presenti sul mercato.

Con il lavoro fatto fin qui e riassunto in questo post, abbiamo gettato le basi per differenziare i due indici che, con questa impostazione, diventano complementari l’uno rispetto all’altro:

  • L’indice recente offre dati esaustivi sui migliori backlink di recente acquisizione dal sito.
  • L’indice storico rimane un potente archivio che racconta la storia di un sito attraverso il suo profilo di backlink, da cui estrapolare attività di link building per il SEO, presenza di backlink tossici.

Per quelli che utilizzano la nostra API

Gli utenti delle nostre API apprezzano da sempre la stabilità e la continuità del servizio che Majestic offre da sempre. Le API di Majestic continueranno la loro naturale evoluzione con gli aggiornamenti che annunceremo da questo blog, da Twitter e attraverso la nostra newsletter. Per quanto concerne ulteriori implementazioni che vanno nella direzione dei cambiamenti annunciati in questo articolo, utilizzeremo l’approccio “API Last”, lasciando modifiche sostanziali delle API come ultima modifica, dando ai nostri clienti tutto il tempo di poter modificare procedure e applicativi software nel caso ce ne fosse bisogno.

Continueremo con l’approccio “API Last” che è attualmente in uso in modo da testare le modifiche sul nostro sito per evitare disservizi o interruzioni dei tuoi servizi.

Cosa dobbiamo fare adesso?

  1. Se non lo hai già fatto, potrebbe essere il momento giusto per leggere questo articolo sulla backlink fidelity.
  2. I numeri di backlink nei profili di siti web potranno subire delle variazioni importanti. È bene comunicare questa variazione di approccio agli utenti dei tuoi servizi che potrebbero preoccuparsi a causa delle variazioni che troveranno nell’indice recente. Questo è il momento di pianificare una comunicazione mirata per educarli all’uso e alla lettura degli altri KPI offerti da Majestic come ad esempio Trust Flow, Citation Flow, e presentare gli altri strumenti di link building per il SEO come Link Graph e Link Context.
  3. Seguici su Twitter e leggi le notizie che pubblichiamo regolarmente qui sul nostro blog.
  4. Scrivici a support@majestic.com per condividere la tua opinione su quanto abbiamo illustrato in questo articolo e segnalaci tue eventuali preoccupazioni.
Majestic
Latest posts by Majestic (see all)

Leave a Comment

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*

THANK YOU!
If you have any questions in the meantime, please contact help@majestic.com
You have successfully registered for a Majestic Demo. A Customer Advisor will contact you shortly to schedule a suitable time to connect.